I CINQUE PIATTI TIPICI DA NON PERDERE QUANDO SI VIENE IN TOSCANA

La Toscana è una delle regioni italiane con una forte tradizione culinaria. È costituita principalmente di piatti e dolci tradizionali che mantengono inalterata la loro preparazione da molti anni. Vediamo insieme le ricette dei piatti tipici toscani da provare assolutamente.

LA RIBOLLITA

Di origine contadine, la ribollita è uno dei tipici piatti della Toscana, semplice e gustoso. È una zuppa di pane e verdure che prende il nome proprio dal fatto che in passato veniva preparata in abbondanza e riscaldata più volte nei giorni avvenire. Questo è un piatto che tipicamente invernale, ma può essere mangiato tutto l’anno soprattutto nelle zone di Pisa, Firenze e Arezzo. Tra gli ingredienti principali vi è soprattutto il cavolo verza, che insieme al cavolo nero costituisce la base della ribollita. In seguito vengono aggiunti pane raffermo, fagioli e patate, diventando un piatto semplice, sano e genuino, adatto anche a chi segue una dieta vegetariana.

IL CACIUCCO

Se ci si trova nelle parti di Livorno o Viareggio, non si può non assaggiare il caciucco (o cacciucco), tipico piatto toscano a base di pesce. Anche questa è una zuppa tradizionale che prevede il connubio tra diverse specie di pesce, tra cui molluschi, crostacei, seppie, polpi, cicale, insomma non meno di 6 o 7 varietà di pesce, in cui si aggiunge della salsa di pomodoro. È possibile gustare un ottimo caciucco, accompagnato da una fetta di pane abbrustolito e un buon bicchiere di vino rosso in tutti i ristoranti di pesce della regione.

LA PAPPA COL POMODORO

Anche la pappa al pomodoro ha origini nella cucina contadina, quindi “povera”. Questo è sicuramente uno dei piatti più semplici in assoluto della cucina toscana, ma anche uno dei più gustosi. Non si tratta si altro che di pane raffermo toscano (quindi senza sale), con un sugo di pomodoro fatto con pelati, aglio, basilico e abbondante olio extravergine d’oliva.

Il piatto è tipico della zona senese ma si può trovare in tutte le trattorie della regione. Ottima d’inverno, può essere gustata anche tiepida in primavera ed estate. Ad aggi ognuno ha apportato delle modifiche al piatto aggiungendo ingredienti come cipolle o sedano senza però alterarne il gusto tradizionale.

LA BISTECCA ALLA FIORENTINA

Tutti gli amanti della carne sanno che in Toscana troveranno tra i piatti tipici, la bistecca alla fiorentina. Ormai mangiare una buona “fiorentina” è possibile in tutta Italia, ma è in questa regione che questo particolare taglio di carne trova la sua massima espressione. Per essere considerata “fiorentina”, la bistecca deve innanzitutto essere di razza chianina e la carne deve essere tagliata in corrispondenza delle vertebre lombari, per avere la classica forma a T. Naturalmente per ogni fiorentina degna di questo nome il peso non deve essere inferiore agli 800 grammi e l’altezza di 4 centimetri, la cottura? Per quella affidatevi alle mani esperte dei ristoratori locali e mangerete una bistecca cotta al punto giusto, croccante all’esterno e morbida e succosa all’interno.

I CANTUCCI

Per ridurre i piatti toscani soltanto a 5 è sicuramente limitativo, vista la varietà di scelta che questa regione offre, ma non potevamo in questa selezione non inserire almeno un dolce. I cantucci rappresentano il fine pasto ideale per ogni toscano che si rispetti.

Questi deliziosi dolcetti, conosciuti anche con il nome di “biscotti di prato”, per la città da cui traggono origine, sono dei biscottini con le mandorle che vengono serviti accompagnati da un bicchierino di Vin Santo, il tipico vino liquoroso toscano.

Eccoci giunti alla fine della piccola classifica di piatti tipici Toscani. Se hai già l’acquolina in bocca allora non ti resta che provare ciascuna di queste ricette.

I CINQUE PIATTI TIPICI DA NON PERDERE QUANDO SI VIENE IN TOSCANA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su